Citazione

Donald R. Griffin sulla questione dell’autocoscienza negli animali non umani (da Menti animali, Bollati Boringhieri Editore, 1999, pp. 26-28, 318-321):

Per cominciare è utile riconoscere che il pensiero cosciente non è un’entità precisa e omogenea, poichè è evidente che esistono vari tipi e gradi di coscienza. Natsoulas ha messo in luce un’importante distinzione che viene spesso trascurata.

Un significato comune è quello che, seguendo l’Oxford English Dictionary, egli definisce Coscienza 3, «lo stato o la facoltà di essere mentalmente coscienti o consapevoli di qualunque cosa». … Un altro significato importante è quello che Natsoulas chiama Coscienza 4, così definito dall’Oxford English Dictionary: «il riconoscimento da parte del soggetto pensante dei propri atti o emozioni». Natsoulas aggiunge a questa definizione: «La Coscienza 4 è esemplificata dall’essere consapevoli, o dall’essere in grado di essere consapevoli, delle proprie percezioni, dei propri pensieri o di altri eventi mentali».

La Coscienza 3 di Natsoulas è essenzialmente la percezione cosciente, e può essere convenientemente definita coscienza percettiva. Il suo contenuto può implicare ricordi, anticipazioni, o il pensiero di oggetti o eventi non esistenti oltre che informazioni sensoriali immediate. … La Coscienza 4, come definita da Natsoulas, implica la consapevolezza cosciente di stare pensando o sentendo in un certo modo. Essa viene appropriatamente definita coscienza riflessiva, in quanto fa riferimento al possesso di un’immediata consapevolezza dei propri pensieri …

Molti studiosi del comportamento e [alcuni] filosofi ritengono probabile che gli animali a volte possano avere una coscienza percettiva, mentre la coscienza riflessiva sarebbe una caratteristica unicamente umana. … Molti di coloro che mettono in dubbio o negano che gli animali siano coscienti usano questo termine per fare riferimento alla coscienza riflessiva.

La coscienza riflessiva sarebbe difficile da rilevare negli animali, qualora ci fosse. Le persone possono parlare di ciò a cui stanno pensando, mentre si ritiene che gli animali ne siano incapaci, sebbene la comunicazione animale spesso possa avere la stessa funzione fondamentale … Proprio questa difficoltà di scoprire se gli animali esperiscano la coscienza riflessiva dovrebbe renderci cauti riguardo al fatto di escluderla.

Continua a leggere

Annunci